Per alcune classi di opzioni esotiche si riesce a scrivere una formula di valutazione in forma chiusa, ottenibile supponendo di operare in un mercato che in letteratura viene chiamato ambiente di Black—Scholes. Ipotizziamo che l'investitore il 30 aprile abbia acquistato una opzione PUT su Mediaset con strike price 8.

il costo base di unopzione è

L'aumento di questa variabile comporta l'aumento del valore dello strumento e viceversa a parità del livello del sottostante. Vendita di un'Opzione Call Vendita allo scoperto di un'opzione sui titoli Fineco consente, attraverso l'utilizzo della piattaforma PoweDesk, la vendita allo scoperto di opzioni Call.

Questa operazione è possibile soltanto se il cliente possiede il sottostante, ovvero i titoli in portafoglio.

Prova DEMO Cosa sono le opzioni Un'opzione è un contratto con il quale una parte acquisisce, dietro versamento di un premio, il diritto ma non l'obbligo di acquistare o vendere alla controparte, entro o ad una determinata scadenza, un sottostante ad un prezzo prefissato detto strike price. Il diritto ma non l'obbligo di acquistare o vendere è la principale caratteristica che differenzia un contratto di opzione da un contratto future, in quanto entrambi sono contratti a termine la cui esecuzione dell'operazione sul sottostante avverrà a una certa scadenza, ma per le opzioni c'è la possibilità per il compratore di non eseguire la prestazione in caso di andamento a lui contrario del sottostante.

Non è, invece, consentita in alcun caso la vendita allo scoperto di opzioni Put. Con la vendita allo scoperto di una Call, il cliente vende il diritto ad acquistare il sottostante al prezzo di esercizio o strike price ed incassa il premio, che sarà accreditato sul conto corrente il giorno di borsa successivo all'apertura della posizione. La vendita allo scoperto di un'opzione Call, implica, per il cliente, la non disponibilità dei titoli sottostanti per tutta la durata dell'operazione.

Per cui non sarà possibile vendere i titoli che rappresentano il sottostante dell'opzione Call venduta finché la stessa sarà nel portafoglio del cliente, ogni tentativo di vendita del sottostante restituirà un messaggio d'errore.

Dividendi Operatività sul sito Fineco e su PowerDesk Per operare è sufficiente selezionare la lista "Opzioni" dal menu laterale del sito Fineco sotto la voce "Futures e Opzioni" o dal menu dei panieri disponibili su PowerDesk. Nella testata del popup vengono indicate tutte le scadenze disponibili e negoziate in quel momento sul mercato Idem. Cliccando su "ricerca avanzata" è possibile effettuare una richiesta più precisa incrociando contemporaneamente più variabili. Al centro di ogni riga, su sfondo giallo, il prezzo di esercizio di ogni contratto. A destra del prezzo di esercizio, per ogni livello, vengono visualizzati tutti i contratti Put, a sinistra del prezzo di esercizio tutti i contratti Call.

Il guadagno o la perdita per ogni operazione è definita come differenza fra prezzo di vendita - prezzo di acquisto moltiplicato per il numero di lotti posseduti. Se la chiusura avviene a scadenza, l'utile o la perdita viene calcolata come differenza tra il prezzo di mercato del sottostante - prezzo di esercizio moltiplicato per il numero di lotti. Esercizio prima della scadenza Qualora il cliente venga esercitato da una terza parte, prima della scadenza, il sottostante rappresentato dai titoli e l'opzione shortata saranno entrambe scaricate dal portafoglio del cliente, che sarà avvisato con un e-mail dell'operazione.

Desiderano proteggere il proprio portafoglio da ribassi del mercato. Come valutare le Opzioni europee che NON pagano dividendi con Black and Scholes Prima di acquistare opzioni, sia Call che Put, il primo passo da fare e valutare se il prezzo di acquisto è quello giusto oppure no.

Altri approfondimenti

Il modello di Black e Scholes si basa su alcune ipotesi: Il prezzo del titolo sottostatane è un moto browniano geometrico con media e varianza noti e costanti nel tempo. La sensibilità rispetto ai tassi di interesse o Rho La sensibilità rispetto ai tassi di interesse esprime di quanto il valore di un'opzione varia al mutare dei tassi sul mercato.

il costo base di unopzione è

In una fase di tassi alti, il valore delle opzioni è maggiore per una call perché prendere a prestito denaro per comprare il sottostante comporta oneri maggiori, mentre è minore per una put perché è più conveniente vendere il sottostante e acquistare a tassi più alti che comprare una put. La correlazione del sottostante al mercato o Beta La correlazione del sottostante al mercato indica di quanto varia il sottostante alla variazione del valore del mercato di riferimento.

Un valore di Beta maggiore di 1 significa che il titolo è particolarmente aggressivo e quindi il valore dell'opzione sarà maggiore.

il costo base di unopzione è

Un valore di Beta minore di 1 vuol dire che il sottostante è rappresentato da un titolo che risente poco dell'andamento del mercato e quindi il valore dell'opzione sarà minore. Le opzioni come strumenti di copertura e di speculazione : le più comuni strategie Le opzioni non sono soltanto uno strumento che serve per coprirsi dal rischio di un andamento sfavorevole del mercato, ma svolgono anche una funzione speculativa mantenendo comunque un controllo del rischio stesso.

il costo base di unopzione è

A tale propostito, si possono combinare, nello stesso tempo, sia call che put, in acquisto o in vendita, dando luogo a complesse strategie di hedging e speculative.

Eccone alcune. Vertical bull call spread Il vertical bull call spread è una strategia con la quale si acquista un'opzione call a uno strike inferiore pagando un certo premio e si vende una call avente la medesima scadenza a uno strike superiore incassando un premio minore.

il costo base di unopzione è

Il motivo di questa strategia sta nell'aspettativa rialzista del sottostante, limitando il profitto ma anche l'esborso del premio pagato. Esempio: 1 long call strike price scadenza 3 mesi 1 short call strike price scadenza 3 mesi Vertical bear put spread Il vertical bear put spread è una strategia dove si acquista un'opzione put a uno strike superiore pagando un certo premio e si vende una put con la stessa scadenza a uno strike inferiore incassando un premio minore.

Tipologie di opzioni in base al prezzo di esercizio

Esempio: 1 long put strike price scadenza 3 mesi 1 long put strike price 95 scadenza 3 mesi Long straddle Il long straddle consiste nell'acquistare una call e una put alla stessa scadenza e allo stesso strike confidando in un aumento di volatilità che faccia muovere il prezzo del sottostante velocemente in una direzione o in un'altra. Normalmente gli operatori attuano questa tattica in prossimità di una notizia importante che riguardi il sottostante.

Esempio: 1 long call strike price scadenza 3 mesi 1 long put strike price scadenza 3 mesi Long strangle Il long strangle si basa sull'acquisto di una call a uno strike price maggiore e di una put a uno strike price più basso.

Normalmente si costruisce questa strategia con opzioni OTM allo scopo di minimizzare l'entità dei premi pagati e confidando in un movimento notevole del sottostante. Call - Opzione di acquisto In Italia le opzioni finanziarie, negoziate sul mercato regolamentato I. Se tutte le altre variabili sono uguali, il titolo con la massima volatilità avrà le più alte option prices.

Powered by Teleborsa MyFinanza Come nel caso precedente, clausole aggiuntive determinano il tipo di rilevamento che si fa sul valore del sottostante rilevamento continuo o discreto.

Tipologie di opzioni in base al diritto di acquistare o vendere

Opzioni composte[ modifica modifica wikitesto ] Un'opzione composta è una opzione scritta su un altro titolo derivato. Sono possibili tutte le combinazioni: put su put, put su call e via dicendo.

Opzioni binarie[ modifica modifica wikitesto ] Lo stesso argomento in dettaglio: Opzione binaria. Queste opzioni sono anche dette digitali. Opzioni lookback[ modifica modifica wikitesto ] Nelle opzioni lookback il valore del prezzo d'esercizio è pari al massimo o al minimo naturalmente dipende dal tipo di opzione dei prezzi assunti dal sottostante nel periodo di validità dell'opzione stessa.

Prevede la consegna fisica dei titoli dopo cinque giorni dalla scadenza. Sono negoziate all'IDEM e possono avere scadenza mensile o trimestrale marzo, giugno, settembre e dicembreIn ogni seduta sono presenti le prime tre scadenze mensili e trimestrali. Per ogni call e put sono negoziati almeno 9 prezzi di esercizio, di cui uno è at the money o vicino e almeno 4 per parte. L'opzione FTSE MIB attribuisce all'acquirente la facoltà, dietro pagamento di un premio, di incassare a scadenza una somma determinata come prodotto fra il valore assegnato convenzionalmente ad ogni punto dell'indice ora 2,5 euro e la differenza tra il valore dell'indice stabilito alla stipulazione del contratto prezzo di esercizio e il valore dell'indice alla scadenza dell'opzione. Esiste sia l'opzione call che quella put.